pulsante lavora con noi studio essepi

Consulenza e formazione. Dal 1995 un punto di riferimento per aziende e professionisti.

Magazine

Esposizione agenti chimici: i nuovi valori limite

Esposizione agenti chimici: i nuovi valori limite

L'esposizione ad agenti chimici può riguardare davvero moltissime aziende, anche di settori completamente diversi tra loro.

La conoscenza delle sostanze chimiche, degli effetti che possono provocare sulla salute delle persone e dei valori limite di riferimento, è costantemente oggetto di studio e aggiornamento.

Non a caso, di recente è stato recepito un quinto elenco di valori limite di esposizione professionale agli agenti chimici (VLEP). Vediamo, di seguito, di cosa si tratta e quali sono le nuove sostanze coinvolte.

Esposizione ad agenti chimici: nuove sostanze e valori limite

Con il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro della Salute del 18 maggio 2021 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 giugno 2021) è stata recepita la Direttiva 2019/1831/UE del 24 ottobre 2019. Il decreto, quindi, definisce un quinto elenco di valori limite di esposizione agli agenti chimici, in attuazione della direttiva 98/24/CE del Consiglio, che modifica la Direttiva 2000/39/CE della Commissione.

Esso, dunque, va a sostituire l’Allegato XXXVIII del D. Lgs. 81/08 ("valori limite di esposizione"), aggiornandone il contenuto.

Cambia, infatti, l'elenco delle sostanze chimiche (con rispettivi valori limite) da considerare nella valutazione del rischio, ai sensi dell'art. 223 del Testo Unico. I nuovi agenti chimici introdotti sono:

  • 4-amminotoluene;
  • 2-fenilpropano (Cumene);
  • Acetato di isobutile;
  • Acetato di sec-butile;
  • Acetato di n-butile;
  • Alcool isoamilico;
  • Anilina;
  • Clorometano;
  • Tricloruro di fosforile;
  • Trimetilammina.

Tra gli agenti chimici sopra citati, anilina, 2-fenilpropano e 4-amminotoluene riportano anche la dicitura "Cute" nella colonna finale, dedicata alle Notazioni. Ciò significa che, oltre ai valori limite indicati, andrà considerata anche la "possibilità di assorbimento significativo attraverso la cute".

Il testo completo del Decreto, completo di elenco aggiornato e valori limite da rispettare, è consultabile qui.

Esposizione ad agenti chimici e valutazione del rischio

L'aggiornamento degli agenti chimici e dei loro valori limite assume particolare rilevanza in quanto, a seconda dei casi, potrebbe comportare una revisione della specifica valutazione del rischio.

È importante ricordare, infatti, che essa non è detto che riguardi soltanto le aziende che operano nell'industria chimica: sono diverse le attività potenzialmente interessate, basti pensare ad esempio alle imprese che utilizzano prodotti per le pulizie.

Come specificato all'art. 222 del D. Lgs. 81/08, infatti, vanno considerati come agenti chimici "tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato naturale o ottenuti, utilizzati o smaltiti, compreso lo smaltimento come rifiuti, mediante qualsiasi attività lavorativa, siano essi prodotti intenzionalmente o no e siano immessi o no sul mercato".

In generale, nella valutazione del rischio chimico, sono diversi i fattori che il datore di lavoro è tenuto a tener presenti. In base all'articolo 223, essi sono:

  • proprietà pericolose degli agenti chimici;
  • informazioni sulla salute e sicurezza comunicate dal responsabile dell'immissione sul mercato;
  • livello, tipo e durata dell'esposizione al rischio chimico;
  • circostanze in cui viene svolto il lavoro in presenza di agenti chimici, e quantità degli stessi;
  • valori limite di esposizione professionale o valori limite biologici;
  • effetti delle misure preventive e protettive adottate (o da adottare);
  • conclusioni tratte da eventuali azioni di sorveglianza sanitaria già intraprese (se disponibili).

Per approfondire, qui trovi un altro articolo del nostro Magazine dedicato proprio a questo argomento: La valutazione del rischio chimico sul lavoro.

Valori limite di esposizione: aggiornati anche gli agenti cancerogeni

Non solo agenti chimici. Appena qualche mese fa, infatti, il Decreto Interministeriale dell'11 febbraio 2021 ha apportato alcune modifiche al D.Lgs. 81/08 anche per quanto riguarda il rischio agenti cancerogeni o mutageni sul lavoro.

Nello specifico, sono stati aggiornati gli allegati XLII e XLIII (ora denominati come I e II) riguardanti rispettivamente:

  • l'elenco di sostanze, miscele e processi;
  • i valori limite di esposizione professionale.

Anche in questo caso sono stati aggiunti altri agenti e rispettivi valori limite di esposizione, passando dai 14 precedenti ai 27 attuali. Di seguito, ecco quali sono i nuovi agenti cancerogeni e mutageni da considerare nella valutazione dei rischi:

  • Tricloroetilene;
  • 4,4‘ - Metilendianilina;
  • Epicloridrina;
  • Etilene dibromuro;
  • Etilene dicloruro;
  • Cadmio e suoi composti inorganici;
  • Berillio e composti inorganici del berillio;
  • Acido arsenico e i suoi sali e composti inorganici dell’arsenico;
  • Formaldeide;
  • 4,4’Metilene-bis (2 cloroanilina);
  • Emissioni di gas di scarico dei motori diesel;
  • Miscele di idrocarburi policiclici aromatici, in particolare quelle contenenti benzo[a]pirene, definite cancerogene ai sensi della direttiva 2004/37;
  • Oli minerali precedentemente usati nei motori a combustione interna per lubrificare e raffreddare le parti mobili all’interno del motore.

Per maggiori dettagli, leggi qui l'approfondimento dedicato: Agenti cancerogeni: novità e modifiche al D.Lgs. 81/08.

Le recenti novità normative, sia per quanto riguarda gli agenti chimici che quelli cancerogeni, potrebbero richiedere alle imprese un aggiornamento del proprio documento di valutazione dei rischi, a seconda dei casi.

Per sapere se i nuovi decreti interessano anche la tua attività, contattaci oggi stesso per richiedere la consulenza di un professionista di Studio Essepi.


banner ebook studio essepi 


renzo-vasselai-studioessepi  

Scritto da: Renzo Vasselai


Socio fondatore di Studio Essepi, RSPP e consulente esperto in ambito sicurezza e sistemi di gestione, appassionato motociclista.





Chiamaci

045 8621499