pulsante lavora con noi studio essepi

Consulenza e formazione. Dal 1995 un punto di riferimento per aziende e professionisti.

Magazine

La "bozza definitiva" del nuovo Accordo Stato Regioni sulla formazione

La "bozza definitiva" del nuovo Accordo Stato Regioni sulla formazione

Con una nota del 13 maggio 2024, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato la bozza del nuovo Accordo Stato Regioni sulla formazione in materia di salute e sicurezza.

Dopo un'attesa di due anni (la pubblicazione sarebbe dovuta avvenire nel giugno del 2022), l'iter di definizione del nuovo Accordo dovrebbe quindi essere giunto al termine, dato che il Ministero del Lavoro ha presentato la bozza come "definitiva". Si attende, dunque, solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, che dovrebbe arrivare dopo l'estate.

In questo articolo vediamo di capire meglio cos'è il nuovo Accordo Stato Regioni e le principali novità in tema di formazione alla sicurezza sul lavoro.

Cos'è il nuovo Accordo Stato Regioni sulla formazione e cosa cambia

Come previsto all'articolo 37, comma 2, del D.Lgs. 81/08, entro il 30 giugno 2022 si sarebbe dovuto approvare un nuovo Accordo per provvedere "all’accorpamento, alla rivisitazione e alla modifica degli accordi attuativi in materia di formazione".

Tale Accordo, arrivato solo ora alla fase di “bozza definitiva”, è stato previsto per garantire:

  • l'individuazione della durata, dei contenuti minimi e delle modalità della formazione obbligatoria a carico del datore di lavoro;
  • l’individuazione delle modalità della verifica finale di apprendimento obbligatoria per i discenti di tutti i percorsi formativi e di aggiornamento obbligatori in materia di salute e sicurezza sul lavoro, oltre alle modalità delle verifiche di efficacia della formazione durante lo svolgimento della prestazione lavorativa;
  • il monitoraggio dell’applicazione degli accordi in materia di formazione, nonché il controllo sulle attività formative e sul rispetto della normativa di riferimento (sia da parte dei soggetti che erogano la formazione, sia da parte dei soggetti destinatari della stessa).

In sostanza, con il nuovo Accordo Stato Regioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro, vengono revisionati e accorpati tutti gli Accordi precedentemente vigenti, ovvero:

  • Accordo del 21/12/2011 sulla formazione dei lavoratori;
  • Accordo del 21/12/2011 sulla formazione del datore di lavoro per lo svolgimento diretto dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi;
  • Accordo del 22/02/2012 sulle macchine e le attrezzature di lavoro;
  • Accordo del 07/07/2016 sulla formazione dei responsabili e degli addetti ai servizi di prevenzione e protezione.

Inoltre, verrà abrogato l’Accordo del 25/07/2012 contenente le “Linee applicative” degli Accordi del 21/12/2011.

Formazione e organizzazione dei corsi: le principali novità del nuovo Accordo

Tra le novità presenti nella bozza definitiva del nuovo Accordo Stato Regioni, per quanto riguarda i percorsi formativi, i principali cambiamenti riguardano la formazione di:

  • datori di lavoro: il corso avrà una durata minima di 16 ore e andrà completato entro due anni dalla pubblicazione in Gazzetta. È previsto anche un modulo aggiuntivo "cantieri" da 6 ore. L'aggiornamento dovrà essere effettuato con cadenza quinquennale e avrà durata minima di 6 ore;
  • preposti: la durata del corso passa da 8 a 12 ore, e non sarà possibile erogare la formazione in modalità e-learning (base e aggiornamento). L’aggiornamento dovrà essere effettuato con cadenza biennale, con durata minima di 6 ore;
  • dirigenti: la durata del corso si riduce da 16 a 12 ore, ma verrà previsto un modulo aggiuntivo "cantieri" da 6 ore (per dirigenti delle imprese affidatarie nei cantieri temporanei e mobili). L’aggiornamento dovrà essere effettuato con cadenza quinquennale, con durata minima di 6 ore.

Sono stati inseriti, inoltre, corsi di formazione per macchine/attrezzature precedentemente non normate, ovvero:

  • macchina agricola raccoglifrutta: 8 ore (4 teoria + 4 pratica);
  • caricatori per la movimentazione di materiali: 8 ore (4 teoria + 4 pratica);
  • carroponte: 4 ore di teoria + 6 ore di pratica per carroponte/gru a cavalletto con comando in cabina, oppure 6 ore di pratica per carroponte/gru a cavalletto con comando pensile/radiocomando, oppure 7 ore di pratica per entrambe le tipologie di carroponti.

Non solo, vengono anche definiti gli obiettivi e i contenuti formativi del corso per lavoratori, datori di lavoro e lavoratori autonomi che operano in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, secondo quanto previsto dall’art.2, lett. d), del DPR n. 177/2011. Sarà composto da un modulo giuridico-tecnico di 4 ore e da un modulo pratico di 8 ore, per un totale quindi di 12 ore.

Dal punto di vista dell'organizzazione dei corsi, invece, vengono fornite alcune indicazioni che il formatore dovrà considerare, ad esempio:

  • il numero massimo dei partecipanti, per ogni corso, non sarà più di 35 discenti ma di 30 (limite non valido per i corsi in modalità e-learning);
  • per le attività formative pratiche, il rapporto docente/discente non dovrà essere superiore a 1 a 6 (almeno 1 docente ogni 6 discenti);
  • andrà tenuto un registro di presenza dei partecipanti, in formato cartaceo o elettronico;
  • sarà necessaria la frequenza minima del 90% delle ore formative per l’accesso alla verifica finale dell'apprendimento;
  • dovrà essere predisposto e archiviato un “Verbale delle verifiche finali”, su supporto cartaceo o elettronico.

Nuovo Accordo Stato Regioni: i soggetti formatori

Nella "bozza definitiva" del nuovo Accordo Stato Regioni, i soggetti formatori dei corsi di formazione e aggiornamento (compresi seminari e convegni) vengono classificati come:

  • soggetti "istituzionali";
  • soggetti "accreditati";
  • altri soggetti.

Dei primi fanno parte le amministrazioni pubbliche (es. Ministero del lavoro e delle politiche sociali, della difesa, della salute, dell'ambiente, dell'interno, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, Università, istituzioni scolastiche, INAIL, INL, Corpo nazionale dei vigili del fuoco - o corpi provinciali per Trento e Bolzano - Formez, SNA, Ordini e collegi professionali) e le organizzazioni di volontariato della Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana e il Corpo Nazionale soccorso alpino e speleologico, nei confronti del proprio personale.

I soggetti "accreditati" sono i formatori accreditati secondo il modello definito in ogni Regione e Provincia autonoma, ed è necessario che abbiano maturato un'esperienza almeno triennale di formazione su salute e sicurezza sul lavoro (opportunamente documentata). In deroga, solo per i corsi di formazione destinati a lavoratori, preposti e dirigenti, è sufficiente l’accreditamento regionale senza il requisito dell’esperienza.

Infine, rientrano tra gli "altri soggetti":

  • i fondi interprofessionali di settore, nel caso in cui il loro statuto li identifichi come erogatori diretti di formazione;
  • gli Organismi Paritetici, come individuati dall’art. 51, comma 1, del D.Lgs. 81/08 e inseriti nel repertorio previsto dal comma 1 bis dello stesso articolo;
  • le associazioni sindacali di datori di lavoro o dei lavoratori di maggiore rappresentatività a livello nazionale (secondo criteri quali: presenza di sedi in almeno metà delle province italiane, distribuite tra nord, centro, sud e isole; consistenza numerica degli iscritti al singolo sindacato; numero complessivo dei CCNL sottoscritti, con esclusione di quelli sottoscritti per mera adesione).

In generale, la bozza dell'Accordo prevede un periodo transitorio di 12 mesi dall'entrata in vigore, durante il quale potranno essere erogati i corsi conformi alle norme abrogate.

Se vuoi avere maggiori dettagli sulle novità dell'Accordo Stato Regioni, oppure devi organizzare dei corsi di formazione per le figure della tua azienda, non esitare a contattarci: i nostri professionisti sapranno fornirti tutte le informazioni che ti servono.


banner ebook studio essepi 


anna-marchi-studioessepi  

Scritto da: Claudia Vasselai


Progettista di piani di formazione finanziata, specializzata in fondi professionali, appassionata di fotografia e viaggi.


Chiamaci

045 8621499