pulsante lavora con noi studio essepi

Consulenza e formazione. Dal 1995 un punto di riferimento per aziende e professionisti.

Magazine

La nuova norma ISO 45002:2023 per l’applicazione della 45001

La nuova norma ISO 45002:2023 per l’applicazione della 45001

Il 14 febbraio 2023 è stata pubblicata la nuova norma ISO 45002:2023Occupational health and safety management – General guidelines for the implementation of ISO.

Essa, in sostanza, definisce le linee guida generali per l'implementazione della norma ISO 45001 del 2018 e, quindi, per l'adozione dei Sistemi di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro.

Vediamo, in questo articolo, di capire meglio il perché si è resa necessaria la norma 45002, di cosa si tratta e quali sono le altre norme a corredo della 45001 (ovvero la ISO 45003 e 45004).

Un passo indietro: cos'è la norma ISO 45001

Prima di vedere la nuova 45002:2023, capiamo meglio cos'è la 45001, dato che le due norme sono strettamente collegate.

Dal 2018, la ISO 45001 è diventata lo standard internazionale per quanto riguarda i Sistemi di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro. In precedenza, infatti, la mancanza di norme EN ISO in tale ambito era sopperita dallo standard inglese OHSAS 18001, che da allora è stato appunto sostituito con la 45001.

Tale norma ha permesso una miglior integrazione con altri Sistemi di Gestione, quali ad esempio:

  • ISO 9001, Sistema di Gestione della Qualità;
  • ISO 14001, Sistema di Gestione Ambientale;
  • ISO 27001, Sistema di Gestione per la sicurezza delle informazioni.

Tuttavia, la presenza di alcune criticità interpretative della norma ha richiesto delle linee guida specifiche (ovvero, per l'appunto, quelle della norma 45002:2023), per semplificare l'applicazione della 45001.

Gli ostacoli principali, ad esempio, sono dovuti sia alla presenza di punti normativi completamente nuovi (come l'approccio del risk based thinking, letteralmente il "pensiero basato sul rischio"), sia alla difficile applicazione e interpretazione di altri, già esistenti (ad esempio l'analisi del contesto, che vedremo nel paragrafo successivo).

È in questo quadro, dunque, che si inserisce la pubblicazione della nuova norma 45002:2023, proprio per avere una linea applicativa a sostegno e chiarimento della ISO 45001.

Norma ISO 45002: cos’è

Come anticipato, la norma ISO 45002 rappresenta delle linee guida generali per l'implementazione della norma 45001.

Sviluppata dal gruppo ISO/TC 283, permette di aiutare le organizzazioni a implementare, mantenere e migliorare il proprio Sistema di Gestione per la Salute e Sicurezza sul Lavoro.

Grazie anche all'utilizzo di esempi reali e proposte metodologiche, l'obiettivo è quello di fornire degli strumenti che possano semplificare l'adozione di un SGSL, tenendo conto delle esigenze dei diversi lavoratori (anche in base, ad esempio, a fattori quali età o genere, che non vengono invece considerati in un approccio generico).

Nel precedente paragrafo avevamo accennato alle criticità della norma 45001. Alcuni esempi possono essere l'analisi del contesto (punto cardine nella strutturazione di un Sistema di Gestione secondo la 45001, ma non sempre facile da determinare) e il processo di approvvigionamento e outsourcing (che spesso ha comportato difficoltà applicative e di interpretazione della norma).

Per questo si sono resi necessari esempi applicativi e una maggiore chiarezza, con la norma 45002. Essa ha introdotto, inoltre, il concetto di Plan-Do-Check-Act, ovvero:

  • Plan: la fase di pianificazione, dove vengono determinati e valutati i rischi e le opportunità per la salute e sicurezza sul lavoro, così come i rischi e le opportunità che possono influenzare i risultati previsti del Sistema di Gestione;
  • Do: la fase del "fare", in cui vengono attuati i processi pianificati;
  • Check: la fase di verifica, dove vengono monitorate e misurate attività e processi in relazione agli obiettivi di SSL e dove vengono riferiti i risultati;
  • Act: la fase dell'agire, con azioni che permettano il miglioramento continuo delle prestazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e il raggiungimento dei risultati attesi.

SGSL: le norme 45003 e 45004

Non solo ISO 45001 e 45002. In tema di Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro, basato sulla norma 45001, vanno menzionate anche la ISO 45003 e ISO 45004.

La prima, nello specifico, riguarda la gestione dei rischi psicosociali e la promozione del benessere lavorativo, da comprendere appunto all'interno di un SGSL. Tali rischi, sempre più riconosciuti come sfide importanti per la salute e la sicurezza sul lavoro, possono riguardare organizzazioni di ogni dimensione e settore, e verificarsi in combinazione con altri pericoli legati all'ambiente lavorativo.

Gli effetti negativi dei rischi psicosociali:

  • possono avere a che fare direttamente con la salute dei lavoratori (es. ansia, malattie cardiovascolari, depressione, ecc.);
  • possono avere conseguenze sui comportamenti, sulla soddisfazione sul lavoro, sull'impegno e la produttività.

Qui trovi un articolo dedicato proprio alla ISO 45003 come nuovo standard per la gestione dei rischi psicosociali.

La norma ISO 45004, invece, riguarda le linee guida sulla valutazione delle prestazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Alcuni esempi possono essere:

  • selezione e utilizzo di indicatori di performance;
  • monitoraggio, misurazione, analisi e valutazione dei dati;
  • conseguenze indesiderate;
  • limitazioni (come la sotto-segnalazione, la sovra-segnalazione e la distorsione dei dati).

A questo link è possibile consultare il testo della ISO 45004.


Vuoi implementare un SGSL all'interno della tua attività, per garantire la salute e la sicurezza della tua azienda e di tutte le figure coinvolte? Contattaci senza impegno per richiedere la nostra consulenza e applicare correttamente quanto previsto dalle norme ISO.


banner ebook studio essepi 


renzo-vasselai-studioessepi  

Scritto da: Renzo Vasselai


Socio fondatore di Studio Essepi, RSPP e consulente esperto in ambito sicurezza e sistemi di gestione, appassionato motociclista.


Altro in questa categoria: « Whistleblowing: cos'è e nuova normativa

Chiamaci

045 8621499