pulsante lavora con noi studio essepi

Consulenza e formazione. Dal 1995 un punto di riferimento per aziende e professionisti.

Magazine

Registrazione EMAS: cos'è e come ottenerla

Registrazione EMAS: cos'è e come ottenerla

La registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) è uno strumento volontario di certificazione ambientale rivolto ad aziende ed enti pubblici, per la valutazione, la relazione e il miglioramento delle prestazioni ambientali.

Proposta dalla Comunità Europea e istituita per la prima volta nel 1993, al momento è giunta alla sua terza revisione, con il Regolamento (CE) n. 1221/2009.

In questo articolo vediamo, nel dettaglio, di cosa si tratta e come ottenere la registrazione EMAS.

Registrazione EMAS: cos'è

Il sistema di ecogestione e audit EMAS ha come obiettivo quello di incoraggiare le imprese e le organizzazioni a migliorare continuamente le proprie prestazioni ambientali.

Aperto ad ogni tipologia di organizzazione, sia all'interno che all’esterno dell’Unione Europea, l'EMAS può riguardare indistintamente tutti i settori, sia nel pubblico che nel privato.

Come anticipato, sono attualmente tre le versioni del Regolamento EMAS avute nel corso degli anni:

  • EMAS I (Regolamento CE n. 1836 del 1993);
  • EMAS II (Regolamento CE n. 761 del 2001);
  • EMAS III (Regolamento CE n. 1221 del 2009), attualmente in vigore.

Questo strumento aiuta le organizzazioni non solo ad avere migliori prestazioni, ma anche a risparmiare sui costi, a pianificare azioni future in ottica di miglioramento continuo e ad avere un'immagine pubblica positiva.

Come specificato nel documento "Migliori prestazioni ambientali: sistema europeo di ecogestione e audit (EMAS)", la Commissione europea utilizza il sistema per ridurre l'impatto ambientale delle attività grazie a:

  • utilizzo più efficiente delle risorse naturali;
  • riduzione delle emissioni di CO2;
  • prevenzione della produzione di rifiuti (tramite riciclo e riutilizzo);
  • applicazione delle forniture pubbliche verdi;
  • promozione della mobilità sostenibile.

Come ottenere la registrazione EMAS

Il rilascio della registrazione EMAS avviene ad opera di organismi competenti designati da ogni Stato membro dell'UE, previo il rispetto di alcuni passaggi fondamentali. Ecco quali sono.

  1. Svolgere un'analisi ambientale, ovvero un'analisi di tutti gli aspetti ambientali delle proprie attività, dei prodotti e dei servizi.
  2. Stabilire una politica ambientale, che includa l'impegno ad adempiere a tutta la normativa rilevante e ad ottenere miglioramenti continui.
  3. Sviluppare un programma ambientale, ove fornire le informazioni su obiettivi e traguardi specifici da raggiungere.
  4. Istituire un efficace Sistema di Gestione Ambientale, che specifichi quali sono le responsabilità, i mezzi, le procedure operative, di monitoraggio e comunicazione, per realizzare la propria politica ambientale e garantire i miglioramenti continui.
  5. Svolgere un audit ambientale, per valutare il sistema di gestione e la conformità alla politica e al programma.
  6. Fornire una Dichiarazione Ambientale pubblica, ove indicare le proprie prestazioni, i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi prefissati e le future misure da adottare.

Solo un verificatore ambientale accreditato può approvare l'analisi, l’SGA, la procedura di audit e la dichiarazione ambientale (la quale, una volta convalidata, viene registrata e resa pubblica).

Dopo che tutte le fasi sono state completate con successo, ed è stata ottenuta la registrazione, l'azienda può utilizzare il logo EMAS nella propria intestazione oltre che per attività, prodotti e servizi. 

EMAS e ISO 14001: le differenze

EMAS e ISO 14001 sono entrambi due strumenti di certificazione ambientale che, per quanto simili nei contenuti, presentano comunque alcune differenze.

Innanzitutto, la registrazione EMAS è recepita a livello comunitario (sebbene ne venga riconosciuta la validità anche in molte organizzazioni fuori UE), mentre la certificazione ISO 14001 ha valenza internazionale.

Quest'ultima, inoltre, è di tipo privatistico e viene attribuita all'intera azienda. L'EMAS, invece, viene rilasciata da un organismo pubblico e può essere conferita anche a un singolo sito o ad una divisione con funzioni proprie. Solo l'EMAS, infine, richiede una dichiarazione ambientale pubblica.

Quel che è certo, in ogni caso, è che adottare un Sistema di Gestione Ambientale può garantire diversi vantaggi per le imprese:

  • conformità alle normative vigenti;
  • maggior controllo dei processi;
  • miglioramento delle prestazioni ambientali;
  • riduzione dei costi legati alla produzione e gestione dei rifiuti;
  • miglioramento delle relazioni con le istituzioni;
  • evoluzione in positivo dell'immagine aziendale;
  • coinvolgimento dei lavoratori sulle tematiche ambientali.

La registrazione EMAS ha validità triennale, sebbene vada comunque previsto annualmente l'aggiornamento dei dati della dichiarazione ambientale. Al termine dei tre anni è possibile rinnovare la convalida, sempre seguendo l'iter sopra riportato.

Se vuoi saperne di più, o avere un supporto per ottenerla, contattaci oggi stesso per parlare con un nostro professionista.


banner ebook studio essepi 


cristiano-rugolotto-studio-essepi  

Scritto da: Cristiano Rugolotto


Consulente tecnico specializzato in acustica ambientale, sicurezza sul lavoro e ambiente, amante della fotografia.





Chiamaci

045 8621499